Riassunzione della causa davanti al Giudice Competente: il contributo unificato va pagato 

Con sentenza n. 8912 del 2018 la Suprema Corte di Cassazione si è trovata a dover valutare la debenza o meno del contributo unificatonell’ipotesi di causa riassunta di fronte il Tribunale a seguito di dichiarazione di incompetenza del Giudice di Pace.

Quanto invece alla circostanza per cui la richiesta del contributo in caso di riassunzione si sostanzierebbe in una duplicazione del pagamentotrattandosi sostanzialmente del medesimo processo, la Corte ritiene che l’indubbia identità tra processo riassunto e processo svoltosi davanti al giudice incompetente si sostanzia nella sola salvezza degli effetti sostanziali e processuali della domanda iniziale (Cass.19030/2008), ma non interferisce con la questione del costo del processo.

In conclusione gli Ermellini ritengono che il contributo unificato sia dovuto anche all’atto dell’iscrizione del processo riassunto di fronte al giudice competente.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *